Finitura

Scopri quali sono le migliori rilegature per la stampa dei tuoi libri, dei cataloghi e delle brochure

Tra i piaceri maggiori che si provano nello sfogliare un prodotto cartaceo - dal libro alla brochure al catalogo - c’è quello legato ai diversi tipi di rilegatura che tengono insieme le pagine e che determinano il pregio del volume o del mezzo di comunicazione in questione.

Rilegatura a brossura fresata

Nella rilegatura a brossura fresata, detta anche brossura incollata, una piccola parte delle pagine viene grattata via, o fresata, e proprio lì si utilizza la colla che ha il doppio compito di tenere insieme le pagine e di permettere l’incollatura della copertina.
Questo tipo di rilegatura è perfetto per cataloghi e riviste anche composti da un numero consistente di pagine e viene spesso usato per i libri, ma ha un difetto: quando si apre il volume, se si sforza la costa, le pagine dopo un eccessivo utilizzo si possono staccare rovinando il prodotto. Sicuramente, non è la rilegatura migliore che consiglieremmo nel caso dovessi stampare un volume di pregio, anche se è l’ideale per molti altri prodotti per esempio la stampa di cataloghi.

Rilegatura a brossura cucita a filo refe

Nella rilegatura a filo refe, dopo aver stampato e messo insieme le pagine del volume, si procede con una vera e propria cucitura dei sedicesimi, che restano integri (quindi, non fresati). A questo punto, sulla costa viene appoggiata una retina e qui entra di nuovo in gioco la colla, ma solo per unire retina e filo e per aggiungere la copertina.
Questo tipo di rilegatura è molto resistente, le pagine non si staccano e l’impressione generale è quella di un prodotto di alto livello, elegante e ricco di stile, molto curato e bello a vedersi. Sicuramente, è possibile utilizzare questa rilegatura per quaderni o brochure, ma il prodotto a cui più giova è il libro. Noi riteniamo, infatti, che il vero libro sia solo quello con brossura cucita a filo refe.

Rilegatura a punto metallico

Questo tipo di rilegatura è molto usato anche perché comodo ed economico: dopo la stampa, i quartini vengono uniti e graffettati insieme, di solito, con due o più punti metallici da disporre lungo la piega.
I prodotti adatti a questa rilegatura contano un numero esiguo di pagine: ad esempio, i fascicoli, le riviste, piccoli opuscoli e brochure, piccole guide turistiche e cataloghi, report e prodotti simili.
Si tratta di un tipo di rilegatura stabile, poco costosa, adatta sia a prodotti legati a singoli eventi, sia a prodotti che possono durare nel tempo, continuando così la loro missione: quella di comunicare il tuo business.

Rilegatura a punto Singer

Simile, ma decisamente più “nobile” rispetto al punto metallico è la rilegatura a punto Singer:
si tratta di un tipo di rilegatura in cui il punto metallico viene sostituito dal filo applicato tramite la macchina per cucire. La particolarità è che il filo, che viene dato lungo tutto il dorso del prodotto, può essere colorato e quindi molto visibile, per personalizzare l’opuscolo, la brochure o il catalogo.
Questa rilegatura si sposa molto bene anche con carte particolari e spesse o con la pergamena per un effetto vintage che cattura lo sguardo.

Rilegatura a punto omega

L’omega (Ω) è l’ultima lettera dell’alfabeto greco e la sua particolare forma viene sfruttata per i punti metallici della rilegatura che prende il suo nome.
Economica e funzionale, questo tipo di rilegatura si realizza inserendo nella piega da 2 a 4 punti metallici di questo tipo che hanno la doppia funzione di rilegare e di rendere il prodotto adatto a essere archiviato in raccoglitori, grazie al piccolo anello creato dalla forma del punto.
I prodotti più adatti a questo tipo di rilegatura sono, come dicevamo, quelli da inserire in raccoglitori: cataloghi, cui aggiungere ad esempio nuovi prodotti senza dover ristampare sempre tutto; listini di prezzi; libretti d’istruzioni e, in generale, materiale che è importante poter aggiornare continuamente con nuove pagine.
E con i sistemi di archiviazione cartacea rilegati a punto omega è facile avere sempre il materiale a portata di mano.

Rilegatura a spirale metallica

Quella a spirale metallica è un tipo di rilegatura nella quale le pagine vengono forate in blocco nel margine sinistro o in quello superiore e tenute insieme da una spirale di metallo.
Piuttosto economica e funzionale, questa rilegatura permette di aprire il prodotto fino a 360°, rendendo molto semplice la sua consultazione.
I prodotti per i quali viene utilizzata la spirale metallica sono quelli che non hanno molte pagine, ma devono durare: parliamo, ad esempio, di quaderni o di calendari o, ancora, di manuali scolastici, che possono servire anche per anni.